RDA: Richieste di acquisto (ordini automatici a fornitori)

Overview

Questo modulo ha lo scopo di supportare l’ufficio acquisti nell’emissione degli ordini a fornitori. Sulla base di impostazioni e parametri che consentono di configurare al meglio le modalità operative di ogni singola azienda vengono generate Proposte di riordino a fornitori (o direttamente Ordini a fornitori) secondo uno dei seguenti criteri:

  • Sottoscorta (reintegro scorta minima/massima)
  • Reintegro del venduto (in base al venduto di un periodo precedente)
  • Ribaltamento impegni clienti (ordino a fornitore quanto mi è stato impegnato dai clienti).

Qualora si generino le Proposte di riordino, queste potranno essere controllate dall’operatore, il quale potrà intervenire manualmente sulle stesse prima di passare alla generazione degli Ordini fornitori veri e propri.

Le funzionalità relative alla Generazione automatica ordini a fornitori non sono disponibili in presenza del modulo Produzione [e-fab] in quanto questo modulo dispone di proprie funzioni di generazione ordini; le funzionalità di Generazione automatica ordini a fornitori sono invece disponibili in caso di presenza del solo modulo Distinta base.

Il flusso operativo della generazione automatica degli ordini a fornitori può essere descritto dai seguenti passi:

  • Impostazione parametri di configurazione della generazione ordini fornitori
  • Impostazione di quei parametri presenti sugli archivi di base (ad esempio, Articoli) che sono utilizzati dalla generazione ordini fornitori (ad esempio: scorta minima, lotto di riordino, fornitori abituali, ecc…)
  • Periodica generazione delle proposte di riordino; è prevista la possibilità di accodare una proposta di riordino ad altra proposta generata in precedenza (unione di più generazioni parziali); è data inoltre la possibilità di generare direttamente gli ordini a fornitore se non interessa la fase di controllo/modifica manuale delle proposte di riordino
  • Controllo/modifica manuale delle proposte di riordino
  • Generazione degli ordini a fornitore a partire dalle proposte di riordino.

Parametri di configurazione

Fra i parametri di configurazione troviamo, ad esempio:

  • Criterio di scelta del fornitore:
    • Priorità fornitori abituali articolo
    • Costo acquisto previsto più basso
    • Minimo ordinabile ottimale
  • Indicatore per considerare il lotto di riordino articolo: se settato, verrà ordinata una quantità pari al lotto di riordino o ad un suo multiplo intero
  • Indicatore per considerare il minimo ordinabile: se settato, verrà considerato il minimo ordinabile, per cui non potrà essere ordinata una quantità inferiore al minimo ordinabile del fornitore abituale o – in assenza di questo – dell’articolo
  • Tipo controllo scorta: è possibile effettuare il controllo di sottoscorta basandosi sulla Disponibilità di magazzino oppure sull’Esistenza
  • Parametro di confronto scorta: indica se la Disponibilità oppure l’Esistenza di magazzino dovranno essere confrontate con la Scorta minima oppure con il Punto di riordino dell’articolo; è anche possibile il confronto con il valore fisso zero
  • Nettifica quantità: indica se la quantità che è stata determinata per il riordino a fornitore deve essere decurtata della disponibilità o dell’esistenza di magazzino.

Generazione proposte di riordino

Il programma provvede a generare le Proposte di riordino; ogni proposta contiene un insieme di articoli che devono essere ordinati a fornitore. La proposta di riordino ha carattere transitorio, può essere visualizzata / modificata e integrata da parte dell’operatore. A partire dalle righe di una proposta di riordino verranno generati i veri e propri ordini a fornitori.

Le Proposte di riordino vengono generate sulla base di uno dei seguenti criteri generali:

  • Sottoscorta (reintegro scorta minima/massima)
  • Reintegro venduto (in base al venduto di un periodo precedente)
  • Ribaltamento impegni clienti (ordino a fornitore quanto mi è stato impegnato dai clienti).

Sottoscorta: in questo caso viene generata una Proposta di riordino se l’esistenza o la disponibilità di magazzino, per un determinato articolo, è negativa oppure inferiore alla scorta minima o al punto di riordino dell’articolo stesso; la proposta di riordino può reintegrare la scorta massima considerando il lotto di riordino previsto.

Reintegro venduto: in questo caso si generano Proposte di riordino esclusivamente per gli articoli e le quantità vendute in un periodo specificato (esempio: giornalmente riordino le merci vendute nel corso della giornata precedente).

Ribaltamento impegni: in questo caso si selezionano degli impegni e si generano Proposte di riordino esclusivamente per gli articoli e le quantità in essi contenuti; la data di evasione della proposta di riordino verrà valorizzata in base alla data evasione della riga impegno cliente, considerando un opportuno margine (parametrico). Opzionalmente è possibile trasferire la commessa Codir dall’impegno cliente alla proposta di riordino e, quindi, all’ordine a fornitore.

Gestione proposte di riordino

Il programma consente di intervenire sulle Proposte di riordino generate; fra gli interventi che possono rendersi necessari:

  • assegnare il fornitore alle righe di proposta di riordino che ne sono sprovviste
  • sostituire il fornitore su alcune righe di proposta di riordino
  • modificare le quantità e le date di consegna su alcune righe di proposta di riordino
  • inserire nuove righe di proposta di riordino
  • cancellare righe di proposta di riordino.

Nota: poiché è consentita anche la modifica del prezzo unitario e degli sconti, il programma provvede a tenere memorizzati i dati di origine a scopo di controllo.

Il programma può essere utilizzato anche per inserire proposte di riordino completamente manuali; l’operatore viene supportato sia nella scelta del fornitore che nella determinazione della quantità da ordinare. Per quanto riguarda la scelta del fornitore viene fornita una lista dei fornitori abituali dell’articolo con indicazione del prezzo praticato; per quanto riguarda la quantità da ordinare vengono fornite indicazioni circa la giacenza e la disponibilità di magazzino, le scorte minima/massima, il lotto di riordino ed il minimo ordinabile a fornitore.

Generazione ordini a fornitori

La funzione consente di generare con modalità automatica gli ordini a fornitore a partire dalle proposte di riordino. Nel caso in cui sia prevista la generazione degli ordini in un solo step, questa funzione verrà eseguita automaticamente al termine della generazione della proposta di riordino, in modo del tutto trasparente all’operatore; in tal caso verrà ovviamente saltata la fase interattiva e verrà presa in considerazione soltanto la proposta di riordino appena generata.

La generazione provvederà a generare uno o più ordini per lo stesso fornitore, in base ai criteri impostati sui parametri generali ed eventualmente modificati in questa sede:

  • Modalità generazione ordini fornitore
    • Uno per ogni fornitore
    • Uno per fornitore e data evasione
    • Uno per fornitore e intervallo data evasione
  • N. giorni intervallo data evasione

Se Modalità generazione ordini = Uno per fornitore, verrà generato un solo ordine per ogni fornitore contenente tutte le righe delle proposte di riordino che si riferiscono allo stesso fornitore.

Se Modalità generazione ordini = Uno per fornitore e data evasione, per ogni fornitore verranno generati uno o più ordini raggruppando le righe di proposta di riordino a parità di data consegna prevista.

Se Modalità generazione ordini = Uno per fornitore e intervallo data evasione, per ogni fornitore  verranno generati uno o più ordini raggruppando le righe di proposta di riordino in base alla data consegna prevista in funzione del n. giorni intervallo data evasione.